Milano si racconta, alla vigilia dell'Esposizione Internazionale

Il 25 aprile 2013 secondo l'Anpi

Scritto da www.z3xmi.it • Mercoledì, 24 aprile 2013
La festa della Liberazione offre un'occasione per riflettere su come sia possibile superare la crisi attuando i principi della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza: lavoro, diritti e democrazia sono le parole chiave della riflessione del Presidente ANPI Provinciale di Milano, Roberto Cenati.

La gravissima crisi recessiva che investe l’Europa oltre ad aggravare le condizioni di vita di milioni di cittadini e ad acuire la piaga della disoccupazione che colpisce soprattutto giovani e donne, rischia di provocare ripercussioni pericolose sotto lo stesso profilo democratico, mettendo a repentaglio fondamentali diritti e importanti conquiste realizzate nel corso del Novecento.

Translate to en


>>Continua a leggere "Il 25 aprile 2013 secondo l'Anpi "

8268 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gli Esterni di Marco Dapino: un obbiettivo a caccia di riflessi sulla città

Scritto da Carlo Cazzaniga • Martedì, 21 giugno 2011

Qualcuno riconoscerà quell'angolo sotto casa senza mai averlo notato così.
Le immagini che "rubiamo" sono tratte da un progetto che fa parte del percorso del fotografo Marco Dapino.
Nel silenzio della notte, parlano soltanto luci e riflessi, colori ed insegne.

Da diverso tempo Marco Dapino porta avanti diverse ricerche fotografiche sul territorio, arrivando secondo al Premio Pezza 2008 e selezionato nel 2009.
I suoi lavori sono stati esposti anche alla Triennale di Milano, alla Fabbrica del Vapore, in varie gallerie e al Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo il quale ha acquisito per la propria collezione alcune sue opere.
Attualmente lavora come fotografo freelance nell'ambito dell'architettura, del design e dello still life.


Translate to en


>>Continua a leggere "Gli Esterni di Marco Dapino: un obbiettivo a caccia di riflessi sulla città"

Tags:
11608 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milano città aperta: quando la fotografia immortala gli istanti

Scritto da Carlo Cazzaniga • Domenica, 19 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Costume

Se la città la si vede dagli sguardi della gente, Milano Città Aperta propone un ottimo campionario di ritratti.

Vi stiamo parlando di un sito tematico, che racchiude in se immagini scattate da diversi fotografi improntate sulla città, su chi la vive e sulla quotidianità dell'uomo comune.

Da qui tutte le sfumature del caso.
Quando il sottotitolo di un blog recita: Journal of urban photography potete aspettarvi di tutto.

Il manifesto del sito inoltre, mette in rilievo lo spirito del progetto in modo quanto mai interessante ed esaustivo, sottolineando l'importanza del ruolo che assume la fotografia sotto l'aspetto storico, difronte all'inesorabilità del fattore tempo.

Navigare tra le gallerie risulta facile e coinvolgente, scoprendo di volta in volta aspetti che il più delle volte circoscrivono luoghi e costumi di persone semplici.

Translate to en


>>Continua a leggere "Milano città aperta: quando la fotografia immortala gli istanti"

2821 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tombini a Milano

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 15 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Curiosità



Gas, acqua potabile, telefonia, cablatura a fibre ottiche.....coprono tutto e ne danno accesso.
Sono tombini e chiusini di sicurezza, pesanti manufatti che si susseguono su strade e marciapiedi.

Pur stando in superfice riescono a sedimentare la loro storia.
Alcuni di questi appartengono alla stessa società, che nel tempo ha mutato il logo più volte.

Nomi impressi che ad alcuni dicono poco, ad altri invece, evocano nella memoria quelle telefonate che non si riusciva ad effettuare, perchè un qualcosa chiamato "duplex" lo impediva.

La galleria completa al link indicato dopo il "salto".

Translate to en


>>Continua a leggere "Tombini a Milano"

11453 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milano a raso terra

Scritto da Carlo Cazzaniga • Martedì, 14 giugno 2011

Pavimentazioni spesso sconnesse, tombini, grate, cantieri, archetti è quanto di più spesso ci viene incontro tra le strade che percorriamo.
Gli sguardi rivolti verso il basso colgono di continuo il variare delle pavimentazioni.

E' la città vista dal basso. Quella che ci costringe a produrre slalom tra ostacoli e deviazioni, tra passanti e divieti di accesso, dissuasori e grate scivolose.
Eppure anche tutto ciò costituisce una caratteristica, che nei sui aspetti carenti diventa un elemento riconoscibile.




Translate to en


>>Continua a leggere "Milano a raso terra"

Tags:
26603 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Giuseppe Vetrano: lo sguardo di un regista sulla città

Scritto da Carlo Cazzaniga • Lunedì, 6 giugno 2011

Filmmaker ed editor da svariati anni, regista con una forte passione per il video e la fotografia, Giuseppe Vetrano ha iniziato fin da bambino a dimostrare un grande interesse per il filmmaking e il montaggio.

Oltre ad aver realizzato numerosi progetti personali, ha lavorato per grandi produzioni quali Endemol, MTV Italia, DeAgostini e clienti privati in qualità di regista, autore, editor e direttore della fotografia.

Ecco cosa ci regala la sua sensibilità attraverso un uso curioso di attrezzature moderne di ripresa, illuminazione ed editing..........

Translate to en


>>Continua a leggere "Giuseppe Vetrano: lo sguardo di un regista sulla città"

Tags:
2075 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milano era così: immagini da Flickr

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 19 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: La Storia


Una grande bacheca di immagini della Milano che fu fino ai giorni nostri.
Il piacere di scorgere per immagini, angoli piazze e vie secondo un ordinamento diverso.

All'interno della bacheca di immagini della quale forniamo il collegamento, vi sono anche le immagini dei ricognitori americani durante la fase bellica riprese dal cielo.

Contestualmente si ha la possibilità di constatare tanti dei cambiamenti urbanistici che hanno stravolto la città fino ai giorni nostri.

Translate to en


>>Continua a leggere "Milano era così: immagini da Flickr"

36334 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

29 aprile 1945: fotoracconto di una Milano liberata

Scritto da Carlo Cazzaniga • Venerdì, 25 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Curiosità

Primi giorni di una Milano liberata.
E' il 29 aprile del 1945. La Zona Venezia e Città Studi, sono tra quelle dove durante i giorni dell'insurrezione si è combattuto di più.

Gli spari sono cessati la sera prima, il 28 aprile.
Luigi Ferrario, trent’anni, classe 1915, sfuggito alla guerra perché sostegno di famiglia numerosa, madre vedova e tre sorelle, esce dalla sua casa di via Sansovino nelle prime ore della mattina.
Ha con sé il suo apparecchio fotografico caricato con una pellicola in bianco e nero Agfa Isopan F.
Ha 36 scatti a disposizione, un rullino completamente vergine.

Forse ha sentito alla radio della fucilazione di Mussolini avvenuta nel pomeriggio del 28 a Giulino di Mezzegra, nei pressi di Dongo sul lago di Como.
La notizia che i corpi di Mussolini, di Claretta Petacci e degli altri gerarchi fucilati a Dongo sono stati esposti nella notte a Piazzale Loreto si è sparsa molto velocemente in tutta la città fin dalle prime ore del mattino.

Il luogo è lo stesso nel quale mesi prima sono stati fucilati quindici partigiani.
Ferrario, fotoamatore evoluto, si dirige in corso Buenos Aires e lì, dando le spalle a Porta Venezia, all'incirca all'altezza del numero civico 20 sul marciapiede di destra, comincia a fotografare.


Translate to en


>>Continua a leggere "29 aprile 1945: fotoracconto di una Milano liberata"

104711 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!