Milano si racconta, alla vigilia dell'Esposizione Internazionale

Abbottega: dal cappuccino al dopocena

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 7 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Trattorie

Non aggiunge ulteriori stelle alla gastronomia locale, ma la cucina è veloce, gustosa ed abbordabile.

Abbottega è un'indirizzo che piace molto ai giovani ed anche a chi, sempre di corsa, si ritrova con il frigorifero vuoto a tarda sera.

In questo locale non si cena solamente ai tavoli, ma è a disposizione un pantagruelico bancone, dove si possono acquistare salumi e formaggi tipici provenienti da Lazio, Umbria e Maremma toscana.

Oppure volendo, ci si può portare a casa una generosa zuppa di cereali condita con l'olio più appropriato.

Aperto tutti i giorni dalle 7.00 alle 24.00 copre sia il servizio al tavolo che quello da banco in tutti i momenti della giornata. Qualche esempio?

Colazioni dolci e salate complete di tradizionale pane e marmellata (combinazione quasi introvabile pur nella sua semplicità!).
Merende accompagnate con calici di "sfuso" che consolano in poco tempo.

I tavoli migliori per una permanenza limitata si trovano nella sala a livello strada; i tavoli nella sala inferiore sono più adatti a pause di riflessione ed allo scambio di confidenze prolungate.
Il bagno è piccolo ma "strizza l'occhio" alla sensibilità femminile: uno specchio a tutta altezza permette con discrezione ad una controllatina generale del proprio aspetto.


Translate to en


>>Continua a leggere "Abbottega: dal cappuccino al dopocena"

15521 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'incoronata

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 6 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Trattorie

Una trattoria di quartiere, tanto da portare il nome della chiesa che ha di fronte.

Milano: fuori, il crocevia modaiolo di Corso Garibaldi e Corso Como, dentro, uno spazio per rilassarsi e sentirsi come a casa, fra amici.

Questo il clima informale de "L'incoronata", che vi farà percepire quella strana sensazione di sentirsi contemporaneamente in differenti località.
Ben frequentato, assorbe attraverso le luci compassate, in un'atmosfera vagamente bohèmienne.

I piatti sono familiari di tutto il mondo: un cous cous arabo, un curry indiano, un kebab, una mousse di melanzane georgiana, una torta egiziana, uno spaghetto alla napoletana.


Translate to en


>>Continua a leggere "L'incoronata"

6782 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Delizie "Al Bacio": un take away napoletano

Scritto da Carlo Cazzaniga • Lunedì, 5 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Trattorie

Si è aperto dalla fine di maggio «Al bacio», il primo «take away» tutto «made in Napoli», gestito da giovani partenopei da tempo trapiantati nella metropoli lombarda.
Ma perché un «take away»?
Perché poche città come Napoli, sanno rispondere per tipologia di offerta gastronomica, al modello di ispirazione che il take away contempla: cibi veloci e saporiti, economici e al tempo stesso di qualità, e con quella proverbiale capacità di coniugare il cibo con l'allegria.

Se è giusto rispettare la presenza di etnie differenti, attraverso sapori variopinti, perchè allora non apprezzare specialità regionali del nostro stesso paese?

A differenza della tante focaccerie sparse nella zona, «Al bacio» offre piatti freschi e unici che esaltano sempre la gastronomia partenopea, quella che esula dalle stereotipate pizzette e crocchette e si affida ai sapori tipici del «golfo».

Qui è possibile portare a casa gran parte delle perle culinarie della tavola napoletana: dai paccheri al ragù al sartù di riso, dagli gnocchi alla sorrentina al «casatiello» per continuare su un trionfo di pizze della tradizione: pizza con scarole, pizza salsiccia, friarielli e provola, pizza peperoni salisiccia e provola e la «mitica» pizza fritta ricotta e ciccioli.

Non possono mancare, per chi vuole raggiungere estasi casalinghe, i peccati di gola napoletani affidati ad artigianali babà, pastiere e sfogliatelle (anche nella versione mignon, per chi non vuole esagerare).


Translate to en


>>Continua a leggere "Delizie "Al Bacio": un take away napoletano"

Tags:
5021 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lacozz: tra valve nel piatto e coccodrilli per la testa

Scritto da Carlo Cazzaniga • Giovedì, 22 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Trattorie

Un menù che ruota intorno ai prodotti ittici.

Locale allegro ed informale è impossibile non distinguerlo per il suo logo ben visibile dall'esterno.

Lacozz, cozze a profusione, niente atichette ma tutta sostanza.  Se le vostre inclinazioni culinarie, propendono volentieri verso i frutti di mare, ne rimarrete più che soddisfatti.

Ad un costo politico, vi potrà essere servita una vera e propria pentola di cozze, nelle quale potrete affondare le mani. Voi, i vostri muscoli, il vostro appetito ed un contenitore a fianco per riporre i gusci da alienare.


Translate to en


>>Continua a leggere "Lacozz: tra valve nel piatto e coccodrilli per la testa"

8039 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Taverna Moriggi

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 7 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Trattorie

Un locale in omonimia con la sua collocazione, in una strada dedicata ad una nobile famiglia milanese che per un errore di trascrizione comunale ritrova la doppia 'g' soltanto nella vecchia insegna.

Sebbene in una posizione centrale, la Taverna sorge in un angolo appartato e silenzioso di Milano, al piano terra di un palazzo nobiliare del '600, uno dei pochissimi sopravvissuti ai bombardamenti, in locali un tempo adibiti a deposito di carrozze.

Il palazzo, superato indenne il periodo bellico della seconda guerra mondiale, ha rischiato di essere abbattuto per lasciare spazio al progetto della nuova circonvallazione; in attesa che venisse realizzata, l'edificio è stato riconosciuto monumento nazionale per volere delle Belle Arti.


Translate to en


>>Continua a leggere "Taverna Moriggi"

7418 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Luini: quelli del panzerotto

Scritto da Carlo Cazzaniga • Venerdì, 25 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Trattorie


Pur non essendo una trattoria, la annoveriamo fra queste, poichè costituisce da sempre, un'alternativa alla pausa del mezzogiorno ed alla cosiddetta merenda del fine settimana, o come break tra una vetrina e l'altra.

Privi di sedute al loro interno, è solita la consumazione in piedi nello spazio antistante, o più comodamente sulle panchine della vicina Piazza S.Fedele.

La signora Giuseppina Luini, trasferitasi dalla Puglia con la sua famiglia nel 1949, rileva a Milano il Forno di Via S. Radegonda 16.
L’intuizione di far conoscere i panzerotti, tipico prodotto pugliese, a Milano viene proprio da lei.

Mentre nei primi anni l'attività si concentrava principalmente sulla produzione di pane, rifornendo i principali ristoranti e alberghi del centro, l'interesse della signora fu sempre rivolto ai prodotti tradizionali della sua terra e, un giorno, trascrivendo le ricette tramandate da suo nonno, trovò quella dei panzerotti.

Inizialmente se ne friggevano pochi: i milanesi non conoscevano ancora il gusto di questo prodotto che però, nel giro di pochi anni, consacrarono come capriccio. Oggi, i ragazzi che venivano a mangiare i panzerotti durante la scuola, ci ritornano con affetto portando i loro figli: la tradizione così si trasmette alle nuove generazioni.



Translate to en


>>Continua a leggere "Luini: quelli del panzerotto"

8283 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!