Milano si racconta, alla vigilia dell'Esposizione Internazionale

Il Salumaio di Montenapoleone

Scritto da Carlo Cazzaniga • Domenica, 31 luglio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Ristoranti

Porta ancora il nome della via più blasonate del quadrilatero, ma ha appena trasferito la sua sede.
Unico nel suo genere ha aperto le sale nel prestigioso cortile di Palazzo Bagatti Valsecchi.

L'ingresso da via Santo Spirito 10 stupisce piacevolmente al primo impatto: ad accogliervi, un cortile completamente imbandito con una cornice di alto livello.

Una sala al coperto suggerisce calde atmosfere, soprattutto nella saletta dell'antica selleria, intima e riservata.
La seconda sorpresa risiede in più fattori.
Semplicità nell'accoglienza, un menù tradizionale ma di alta qualità, una sublime cantina.

Impossibile sfigurare con un vostro ospite.
Non è cosa di tutti i giorni poter stupire con un invito in un ambiente di buon gusto, senza per questo finire sul lastrico.


Translate to en


>>Continua a leggere "Il Salumaio di Montenapoleone"

47984 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

San Colombano: l'unico vino d.o.c. di Milano

Scritto da Carlo Cazzaniga • Domenica, 8 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: La Cucina

Da secoli, grazie ai Visconti, ai Certosini, ai Belgioioso, ma soprattutto ai tenaci viticoltori, dalle prime aziende condotte da “i particolari”, allo sviluppo di quelle attuali, la vite è “la regina” del Colle ed ha segnato la storia e la cultura dei paesi collinari.

San Colombano al Lambro è un borgo pittoresco della Bassa Lodigiana, sito ai piedi della collina omonima tutta rivestita di vigneti e con un complesso di acque termali sulfuree e salso-bromo-iodiche, consigliate in particolare per le malattie dell’apparato digerente.

Benchè poco elevata (147 m. s.l.m.) la collina con i suoi dolci pendii offre condizioni ottimali per la produzione di un vino.

I riferimenti storici parlano di un vino di qualità che nasce dal laborioso rapporto fra la professionalità dell’uomo e la divina vocazionalità del territorio, premiato nel 1984 con il riconoscimento di zona a denominazione d’origine.

Translate to en


>>Continua a leggere "San Colombano: l'unico vino d.o.c. di Milano"

Tags:
3997 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Abbottega: dal cappuccino al dopocena

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 7 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Trattorie

Non aggiunge ulteriori stelle alla gastronomia locale, ma la cucina è veloce, gustosa ed abbordabile.

Abbottega è un'indirizzo che piace molto ai giovani ed anche a chi, sempre di corsa, si ritrova con il frigorifero vuoto a tarda sera.

In questo locale non si cena solamente ai tavoli, ma è a disposizione un pantagruelico bancone, dove si possono acquistare salumi e formaggi tipici provenienti da Lazio, Umbria e Maremma toscana.

Oppure volendo, ci si può portare a casa una generosa zuppa di cereali condita con l'olio più appropriato.

Aperto tutti i giorni dalle 7.00 alle 24.00 copre sia il servizio al tavolo che quello da banco in tutti i momenti della giornata. Qualche esempio?

Colazioni dolci e salate complete di tradizionale pane e marmellata (combinazione quasi introvabile pur nella sua semplicità!).
Merende accompagnate con calici di "sfuso" che consolano in poco tempo.

I tavoli migliori per una permanenza limitata si trovano nella sala a livello strada; i tavoli nella sala inferiore sono più adatti a pause di riflessione ed allo scambio di confidenze prolungate.
Il bagno è piccolo ma "strizza l'occhio" alla sensibilità femminile: uno specchio a tutta altezza permette con discrezione ad una controllatina generale del proprio aspetto.


Translate to en


>>Continua a leggere "Abbottega: dal cappuccino al dopocena"

15521 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Barbajada

Scritto da Carlo Cazzaniga • Martedì, 22 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Piatti e Ricette

La Barbajada è una bevanda che risale alla prima metà dell’800, ed accompagnava la degustazione dei dolci a Milano.

Il suo nome deriva dal nome proprio del suo inventore, Domenico Barbaja, in gioventù garzone di caffé, poi organizzatore di spettacoli musicali e fondatore del celebre Caffé dei Virtuosi a fianco della Scala.

Questa bevanda, rimasta in uso fino agli anni trenta ma oggi quasi dispersa, era fatta con cioccolata, latte e caffé in eguali dosi, zucchero a piacere, lavorata con la frusta fino a schiumare, e servita fresca in bicchiere d’estate, o calda con panna in tazza d’inverno.

Translate to en


>>Continua a leggere "Barbajada"

6588 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gremolada

Scritto da Carlo Cazzaniga • Domenica, 20 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Piatti e Ricette

La gremolada, termine che deriva dal dall'inflessione dialettale di gremolà, o meglio:ridotto in grani, è un condimento composto da un trito di prezzemolo e aglio, con l'aggiunta di scorza di limone grattugiata.

E'  usato principalmente per insaporire l'osso buco alla milanese, ma risulta ottimo anche se cosparso  su scaloppine o su tagli di coniglio.

Tritate con la mezzaluna il prezzemolo e un piccolo spicchio di aglio, ed aggiungetevi la scorza di limone grattugiata (solo la parte gialla).

La gremolada viene aggiunta al termine della cottura e la si accompagna anche agli  intingoli di carne.

Translate to en


>>Continua a leggere "Gremolada"

7652 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Raspadura

Scritto da Carlo Cazzaniga • Domenica, 20 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Piatti e Ricette

Questa varietà di formaggio può essere considerata il capostipite dei grana.
Vasta è la letteratura a riguardo (molte le testimonianze nel Medio Evo) dove emerge la primogenitura rispetto agli altri formaggi grana.

Oggi conosciuto come Tipico Lodigiano è noto come il grana con la goccia per le lacrime di siero che permangono anche dopo mesi di stagionatura, ha rischiato di scomparire dal panorama caseario lombardo e nazionale.

La raspadüra è un modo di servire il formaggio grana presentandolo come sottilissime sfoglie, raschiate con un particolare coltello da una forma di Granone Lodigiano oppure di qualunque formaggio grana giovane, stagionato dai quattro ai sei mesi.

La raspadüra viene solitamente servita come antipasto, spesso accompagnata da salumi, noci o funghi, ma può anche essere utilizzata per guarnire primi piatti come il risotto o la polenta.


 

Translate to en


>>Continua a leggere "Raspadura"

11552 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Carnevale ambrosiano.......prima o dopo il caffè

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 12 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: La Cucina

Qui si chiamano chiacchiere e tortelli.

Altrove li chiamano cenci, stracci, frascarelle, frappe, sfrappe, frappole, sfràppole, cròstole, cròstoli, cròstoi, gròstole, gròstoli, crùstuli, donzelle, frìttole, intrigoni, gale, galani, orillette, orilettas, sfoglie, lattughe, fregnacce, fiocchi, tortelli...................... ma sono per tutti i dolcetti di carnevale.

Le regole dell'impasto, della frittura, o della cottura a forno, li lasciamo volentieri ai più esperti.

Noi, questo "sabato grasso", lo segnaliamo così......... solo per immagini.





Translate to en


>>Continua a leggere "Carnevale ambrosiano.......prima o dopo il caffè"

Tags:
4537 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Bagutta

Scritto da Carlo Cazzaniga • Venerdì, 11 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Ristoranti

Ha quasi ottantacinque anni, ma non li dimostra e forse anche per questa ragione è sempre Bagutta, vale a dire la trattoria più trattoria e il ristorante più ristorante di Milano.

Nel primo Novecento, il ristorante Bagutta divenne luogo privilegiato per artisti e letterati che si trovavano nella saletta dedicata.

Ognuno di loro ha donato con semplicità e calore la propria arte attraverso le "Liste": piccole e grandi opere create spontaneamente sulle carte dei menu del giorno e conservate oggi nel locale in cui nacque l'omonimo premio letterario.

Un patrimonio che da oggi sarà valorizzato dalla neonata associazione Cenacolo di Bagutta.




Translate to en


>>Continua a leggere "Bagutta"

12120 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!