Milano si racconta, alla vigilia dell'Esposizione Internazionale

Darsena, la Giunta approva la riqualificazione

Scritto da www.z3xmi.it • Domenica, 4 marzo 2012 • Commenti 1 • Categoria: Luoghi, Nuovi Progetti
L’obiettivo principale del progetto è di ricostruire il porto della Darsena, recuperandone le funzioni di spazio d’acqua e spazio pubblico

E’ arrivato oggi con delibera della Giunta comunale il via libera al progetto rivisitato di riqualificazione e valorizzazione della Darsena e delle aree adiacenti,  attualmente inserito nel più vasto progetto “Via d’Acqua-Parco di Expo”.

Il progetto preliminare, oggetto della delibera, consiste in un aggiornamento del progetto dello Studio Bodin-Rossi-Guazzoni, che nel 2004 aveva vinto un bando internazionale dell’Amministrazione comunale, mantenendone inalterata la filosofia ispiratrice.

Translate to en


>>Continua a leggere "Darsena, la Giunta approva la riqualificazione"

Tags:
10470 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Città studi: laboratorio verde di Milano?

Scritto da www.z3xmi.it • Domenica, 4 marzo 2012 • Commenti 0 • Categoria: La Città, Le Infrastrutture, Luoghi, Nuovi Progetti, Via e Quartieri, Viabilità
Il progetto Campus Sostenibile, lanciato nello scorso giugno dal Politecnico e dall'Università Statale, sta arrivando ai blocchi di partenza. Su una pluralità di progetti per Città Studi:  dalle piste ciclabili alla pedonalizzazione di alcune strade, dalle energie alternative alla bio-architettura, a nuovi spazi verdi e all'alimentazione a chilometro zero. Una vetrina di innovazione concreta spiega Alessandro Balducci, prorettore del Politecnico e coordinatore del progetto che verrà costruita anche con la partecipazione della Zona e dei suoi cittadini.
Translate to en


>>Continua a leggere "Città studi: laboratorio verde di Milano?"

3943 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Campus Bocconi: quattro passi all'interno dell'università

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 27 luglio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Luoghi


Il Campus dell’Università Bocconi, oltre a comprendere i vecchi edifici di via Sarfatti, la Chiesa di San Ferdinando e la Biblioteca, comprende dei nuovi edifici: il “Velodromo”, un edificio ovale di 4 piani, del 2001, progettato da Jacopo Gardella, per un totale di 4500 posti, il centro linguistico SEDIN e la Scuola di Direzione Aziendale.
Il 31 ottobre 2008 è stato inaugurato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dal Presidente della Commissione Europea José Manuel Durão Barroso, l’edificio di via Röntgen, che potete godere grazie allo spledido video che proponiamo, progettato dallo studio Grafton Architects, vincitore del “World Building of the Year Award” al World Architecture Festival di Barcellona.

Translate to en


>>Continua a leggere "Campus Bocconi: quattro passi all'interno dell'università"

4807 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Parco Sempione

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 11 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Luoghi

Il parco Sempione, un polmone verde della città.
Venne realizzato alla fine del XIX secolo sull'area già occupata dalla piazza d'armi, su di un'area di 386.000 m².

Il nome deriva dal corso Sempione, il grande asse stradale realizzato in epoca napoleonica che ha la sua fine ai piedi dell'Arco della Pace. Sorto sull'ex piazza d'armi alle spalle del castello Sforzesco, il parco nacque nel 1888 grazie ad un concorrere di cause tra cui l'avversione popolare ad una proposta di edificazione intensiva, che avrebbe compreso anche la demolizione di una parte di castello, e l'ormai radicato utilizzo dello spazio come zona pubblica per il passeggio, le gare ippiche e le celebrazioni di epoca rivoluzionaria.


La sopraggiunta crisi edilizia diede al progetto la spinta mancante, estendendone l'area di influenza nel 1889 e consegnandolo tra le mani dell'architetto Emilio Alemagna, che iniziò a sviluppare il progetto con il preciso intento di creare un cannocchiale prospettico tra il castello e l'Arco della Pace.

Suo intento era inoltre la creazione di spazi che movimentassero altimetricamente la zona, con la creazione di un avvallamento ed una montagnola nella parte centrale: il verde venne progettato secondo il modello romantico dei parchi all'inglese, con alberi e arbusti disposti in maniera pittoresca, aiuole e percorsi irregolari, specchi d'acqua e canali naturalistici e la creazione di un sontuoso ponte d'accesso, progettato nel 1891, che fungesse da collegamento con la via XX settembre.


Translate to en


>>Continua a leggere "Parco Sempione"

18568 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milan war cemetery

Scritto da Carlo Cazzaniga • Giovedì, 3 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Luoghi

Il cimitero si trova nel parco di Trenno, su Via Cascina Bellaria, con cancello d'ingresso praticamente poche decine di metri dopo la cascina stessa.
E' sempre aperto e può essere visitato in qualsiasi momento.

Quasi nascosto dalla siepe che lo circonda, sul lasto ovest del parco si trova il Cimitero di guerra inglese.
Non ci sono grandi indicazioni a segnalare l'esistenza di questo luogo della memoria: forse per discrezione o per timore che un afflusso più consistente di visitatori possa guastare l'atmosfera di grande pace e rispetto che regna assoluta.

Dal cancello metallico si entra nell'ampio spazio ben tenuto in cui sono disposte in file ordinate le lapidi degli oltre 400 soldati sepolti qui, tutte uguali nella forma e nelle dimensioni, ognuna con un nome, la qualifica, l'età, il corpo di appartenenza.

Nella minuscola cappella c'è un piccolo armadietto metallico dove si trova il libro firma dei visitatori ed un prospetto con le informazioni più salienti.

Constatare le numerose visite che gode questo luogo così isolato è confortante, come l'atmosfera semplice e di pace che vi si respira.


Translate to en


>>Continua a leggere "Milan war cemetery"

4331 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il giardino dei giusti

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 2 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Luoghi

Montestella: l'unica collina che Milano può vantare, incastrata in un fitto reticolo di strade ad alto traffico, resta comunque un gradevolissimo polmone verde per questa zona della città, frequentata da innumerevoli 'runners' che si allenano sulle salite dei suoi sentieri mentre normalissimi cittadini, giovani e anziani, si godono la tranquillità di questo spazio verdeggiante.

Forse non tutti sanno che, sul pendio della collina, poco distante dal Campo Sportivo, e poco appariscente ad uno sguardo distratto, c'è un giardino molto speciale: il Giardino dei Giusti, dove ogni albero piantato vuole onorare la memoria di persone che si sono impegnate nel salvare vite umane da genocidi e stermini o nel difenderne i diritti in situazioni estreme.

Voluto e realizzato grazie all'azione del Comitato per la Foresta dei Giusti (presieduto da Gabriele Nissim), supportato dall'Unione delle Comunità Ebraiche e dal Comune di Milano, il Giardino dei Giusti è stato inaugurato nel gennaio del 2003 con i primi alberi e cippi dedicati a Moshe Bejski, Pietro Kuciukian e Svetlana Brotz, fondatori dei Giardini dei Giusti a Gerusalemme, Yerevan e Sarajevo.

Translate to en


>>Continua a leggere "Il giardino dei giusti"

8021 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Castel Morrone 19 - Un trilocale dal passato particolare

Scritto da Carlo Cazzaniga • Martedì, 18 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Luoghi

Trilocale, piano alto, più precisamente il quarto.
La Scala è la D.

Vi stiamo parlando del civico 19 di Via Castel Morrone, una via che all'inizio dello scorso secolo, era considerata periferia.

In questo trilocale dai soffitti alti, abitò Benito Mussolini.
Giunse nel '12, da Forlì.

Donna Rachele l'avrebbe raggiunto pochi mesi dopo; lei da Roma dov'era immigrata dalle Marche con il marito.
Mussolini dirigeva "l'Avanti!".
Un tempo qui c'erano infilate di prati e fango, libellule e calabroni; più avanti, in piazza Maria Adelaide di Savoia, c'erano un ponte e una ferrovia.

Sopra, ricordano le cronache, passavano le tradotte che portavano i soldati al fronte; i bimbi si fermavano a salutare con fazzoletti bianchi. Era un'altra città, davvero quasi  periferia. Via Castel Morrone è posto di popolo, dialetti, odori, ascensori vecchissimi, di una portinaia dalla quale ci si ferma per ritirare le raccomandate, si scambiano due parole e magari anche una risata. Ma un tempo, un tempo com'era questa strada? Indro Montanelli e Mario Cervi, nel libro «Milano ventesimo secolo» (Rizzoli), hanno raccontato di un «campionario interessante e stravagante d'umanità».

Translate to en


>>Continua a leggere "Castel Morrone 19 - Un trilocale dal passato particolare"

3900 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Castagna: storia e gloria di una carrozzeria

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 8 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Luoghi

Il 24 ottobre 1942 un bombardamento alleato colpì, distruggendolo, lo stabilimento Castagna, all'angolo tra via Montevideo e via Valparaiso, a Milano.
Quelle bombe, oltre a portare morte e distruzione e a costringere molti milanesi allo sfollamento, posero fine a un'epoca, quella in cui, dalla fabbrica della zona Solari uscivano le prestigiose vetture della carrozzeria fondata nel 1849 in via della Chiusa, a poca distanza, vicino ai Navigli.
Dopo la guerra, infatti, l'azienda lasciò Milano e si trasferì a Venegono Superiore, vicino a Varese, dove negli ultimi anni ha ripreso la produzione di esemplari unici o piccolissime serie.


Translate to en


>>Continua a leggere "Castagna: storia e gloria di una carrozzeria"

14577 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!