Milano si racconta, alla vigilia dell'Esposizione Internazionale

Bar Jamaica, vino e briscola per la scapigliatura degli ultimi cent'anni

Scritto da Carlo Cazzaniga • Domenica, 10 aprile 2011 • Commenti 0 • Categoria: Locali

Il Bar Jamaica venne inaugurato nel giugno 1911, nel quartiere di Brera.
Il nome lo si deve al musicologo Giulio Confalonieri che, ispirandosi a un film inglese del '39, "Jamaica Inn" o meglio "La taverna della jamaica" per la regia di Alfred Hitchcock, pensava fosse un nome adatto a contrapporsi alle grigie giornate milanesi.

Dotato di telefono e macchina per il caffè espresso, il locale fu subito frequentato dai personaggi della Milano del tempo.

Tra loro il direttore del "Popolo d'Italia" Benito Mussolini, che ogni mattino beveva il cappuccino della signora Lina mentre correggeva gli articoli del suo giornale.


Translate to en


>>Continua a leggere "Bar Jamaica, vino e briscola per la scapigliatura degli ultimi cent'anni"

59379 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Hotel Milano Scala: passione, lirica, sostenibilità

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 25 settembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Hotel


Artefici del progetto lo studio Cibic&Partners: in un edificio della fine dell’Ottocento sono state ricavate 62 camere tutte diverse una dall’altra, ma accomunate dalla “passione per la lirica”.

Ognuna richiama un’opera.
C’è la suite “Il barbiere di Siviglia”, ovviamente una “Carmen”, “La Boheme” e così via.

Immagini a parete a grandezza naturale citano scene teatrali e di ballo.
L’edificio a ringhiera, disposto a ferro di cavallo, affaccia su una corte interna davvero suggestiva, trasformata com’è in zona lounge visibile dall’alto grazie alle pareti in vetro.
Altro punto forte la sky terrace, dalla quale si gode un invidiabile panorama a 360° su tutta la città. Nel cuore della Milano che conta, in un palazzo dell’800, c’è un albergo che funziona senza l’uso di combustibili fossili.


Translate to en


>>Continua a leggere "Hotel Milano Scala: passione, lirica, sostenibilità"

34377 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Bianco Latte Milano

Scritto da Carlo Cazzaniga • Giovedì, 8 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Locali


Biancolatte è un format di gelateria, caffetteria e ristorazione veloce, sana e gustosa.
Si tratta della prima catena italiana di questo tipo, il primo ed importante punto vendita è in via Turati a Milano.

Il gelato è artigianale e viene fatto fresco ogni giorno.
La caffetteria prevede un caffè monomarca 100% arabica.

La pasticceria è composta da tanti tipi di croissant, biscotti e torte fatte in casa.
Nel ristorante-Latteria si possono trovare golose piadine artigianali, mozzarella freschissima, insalatone e piatti freddi e caldi.

Grande spazio ai dolci e ai gelati.
Dalla prima colazione al pranzo (o brunch sabato e domenica), dalla merenda alla cena e/o dopocena.

Translate to en


>>Continua a leggere "Bianco Latte Milano"

9725 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

The football english pub

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 5 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Locali

Entrate, e per un momento, vi sembrerà di immergervi in un'atmosfera puramente britannica.

Il filo conduttore del locale, lo si evince dalla stessa insegna, ma si diversifica per il profumo dei legni scuri, e per l'attenzione di ogni dettaglio.
Un vero pub inglese, dove tutto parla di calcio, ma da veri gentleman.
Meta di tifosi di ogni bandiera anche di profilo internazionale, si propone come luogo di aggregazione senza alcun tipo di schieramento apparente.

Le pareti, sono cosparse di immagini, sciarpe, gagliardetti e stendardi dei più titolati club del calcio mondiale.
Molti di questi, sono omaggi a dimostrazione del passaggio di qualche avventore.

Il Football English Pub offre un'atmosfera accogliente per una serata di divertimento in nome dell'intrattenimento sportivo con amici e familiari.
Mancano solamente i dettagli da Subbuteo per renderlo completo, ma senza stimolare una fervida fantasia, ci vuole poco nell'immaginarlo stracolmo di avventori in tweed e con uno Stetson per berretto.


Translate to en


>>Continua a leggere "The football english pub"

7995 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Caffè d'arte: un connubbio fra cultura e coffee break

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 12 maggio 2010 • Commenti 0 • Categoria: La Ricettività


È un pensiero in cui Milano sta iniziando a credere: ha il suo Caffè griffato la Triennale; nei prossimi mesi inizieranno i lavori del bar al Museo della Scienza; punti di ristoro e ristoranti sono inseriti nei progetti di riqualificazione del Castello, dell’Arengario e di Brera.

Il Caffè di Palazzo Reale entrerà nei 200 metri quadri attualmente occupati dal Servizio sicurezza .
Il Comune ha già chiesto alla Soprintendenza un parere sull’utilizzo del cortile «quale suggestiva appendice del locale»: salvo bocciature, il bar avrà tavolini e déhor all’aperto (la sperimentazione, quest’estate: bar temporaneo nelle serate di cinema d’essai).

Nasce il «Distretto Duomo» attorno alla cattedrale, alle terrazze e all’area archeologica sotto la piazza.
Il Caffè avrà lo stesso gestore del ristorante in costruzione all’Arengario, la sede del Museo del Novecento che sarà inaugurato il 19 novembre.
La prima gara, riservata all’Arengario, è andata deserta; la seconda, in scadenza il 26 maggio, ha aggiunto Palazzo Reale. Il Caffè trasformerà la visita alla mostra in una storia, la voglia di cultura in esperienza.

Milano, vede come opportunità, l'idea di fare salotto all'interno di mostre, gallerie d'arte e musei, una linea che fa tendenza, dopo che le principali librerie hanno abbracciato questa filosofia.


Translate to en


>>Continua a leggere "Caffè d'arte: un connubbio fra cultura e coffee break"

8680 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Bulgari Hotel

Scritto da Carlo Cazzaniga • Lunedì, 10 maggio 2010 • Commenti 195 • Categoria: Hotel

Raffinato e di prestigio, il Bulgari Hotel di Milano unisce il design contemporaneo al comfort.
Un tributo del noto gioielliere al mondo del lusso, situato nella zona più di stile di Milano.

Il Bulgari Hotel di Milano è un'inaspettata oasi di tranquillità immerso nel frenetico centro città.
Un giardino di 4000 mq, vicino ai Giardini Botanici, circonda l'hotel in un Paradiso di verde.
Il palazzo è composto da tre sezioni. la più antica delle tre risale al 1700.

Progettato da Antonio Citterio e Partners, in linea con lo stile contemporaneo di Bulgari, si caratterizza per materiali rari e preziosi che creano nuove e inaspettate combinazioni: marmo nero dello Zimbawe negli spazi pubblici, pietra di Vicenza, tek, rovere e quercia.

Tutti gli spazi dispongono di mobili italiani diseganti da Citterio.
I servizi unici offerti dal Bulgari Hotel di Milano trasformano anche un viaggio di lavoro in un' esperienza di comfort assoluto.
In linea con i rituali contemporanei del benessere, la spa offre ambienti di grande eleganza.
La luce del giorno che attraversa le finestre della facciata illumina il mosaico dorato della piscina.


Translate to en


>>Continua a leggere "Bulgari Hotel"

464653 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Al Camparitivo della Triennale

Scritto da Carlo Cazzaniga • Martedì, 13 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Locali
Il bar perfetto per l’aperitivo, si inaugura a Milano durante la design week; un luogo di incontro e cultura che anima gli aperitivi del centro fino alla fine dell’estate.
Un locale immerso nel verde di Parco Sempione all’interno del Palazzo dell’Arte, sede della Triennale di Milano e luogo “del cuore” del design italiano.

Un locale dalla forte connotazione artistica e creativa
, disegnato da Matteo Ragni, che riprende nel design l'iconografica di Fortunato Depero, ideatore della bottiglietta di Camparisoda e dei primi manifesti pubblicitari del monodose.

L’aperitivo a Milano si diffuse negli anni Venti, quando ci si riuniva prima dei pasti per bere qualcosa conversando di politica, cultura e società.
Gaspare Campari aprì un locale in piazza Duomo.
Liquorista prima che barman, Campari inventava elisir, amari, creme alcoliche.

Al Campari (in seguito Gran Bar Zucca) si respirava la storia: era il punto di riferimento per letterati, artisti, musicisti, turisti, borghesi.
Tutta la Milano-bene si incontrava qui a bere Campari con uno spruzzo di soda.

Oggi invece, ci si incontra in Triennale, bevendo l'aperitivo nei bicchieri clic, un bicchiere innovativo dove lo stelo dello stesso, è composto dalla celebre bottiglietta.


Translate to en


>>Continua a leggere "Al Camparitivo della Triennale"

8913 hits
Dove si trova?: Guarda sulla mappa
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Uno Zucca in Galleria

Scritto da Carlo Cazzaniga • Venerdì, 2 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Locali

Parliamo di rabarbaro.

L'argomento è un pò ostico semplicemente per il fatto che il suo gusto non rientra nelle "corde" di molti.

Eppure, consumarlo in questo locale, potrebbe assumere un gusto diverso.
Un pò retrò, un pò vintage, "Zucca in Galleria" era il locale prediletto da Verdi e Toscanini di ritorno dalla Scala, da Dudovich e Carrà che vi facevano le ore piccole, da Re Umberto I perchè il caffè era il più buono della città, da Boccioni che lo ritrasse nel famosissimo "Rissa in Galleria" e da tanti altri che avevano cose da dire.

"Zucca in Galleria" è ancor oggi un punto d'incontro pieno di fascino, perchè vi si respira un'atmosfera che sa di cultura e di storia, è considerato da tutti i milanesi e non, "l'ultimo baluardo della milanesità in galleria" che continua nello spirito di quanto disse Guglielmo Miani quando realizzò il suo sogno: "E' una istituzione a Milano e non può diventare un Caffè qualsiasi".


Translate to en


>>Continua a leggere "Uno Zucca in Galleria"

11565 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!